universita degli studi di cassino e del lazio meridionale
UnicasNet
Venerdì 24 Novembre 2017
ricerca


CSB Area Umanistica > Il Codice deontologico del bibliotecario

Il Codice deontologico del bibliotecario

L’Associazione Italiana Biblioteche (AIB) ha approvato durante l’Assemblea generale dei soci, tenutasi a Napoli il 30 ottobre del 1997, la versione aggiornata di questo codice etico destinato a coloro che svolgono o che ambiscono a svolgere la professione bibliotecaria. Questo codice, si legge nelle prime righe, non è un codice di norme giuridiche ma impegna il bibliotecario in quanto professionista.

Il Codice, del quale si riportano di seguito alcuni passaggi significativi, è strutturato in preambolo e tre sezioni (1. Doveri verso l’utente; 2. Doversi verso la professione; 3. Doveri vero i documenti e le informazioni).

Dal preambolo:

Il Codice deontologico del bibliotecario rappresenta lo statuto dell'autonomia della professione … [e] … stabilisce i doveri del bibliotecario nei confronti dell'utente e della professione.
Da “Doveri verso l'utente”:

1.2. L'informazione fornita dal bibliotecario è completa, obiettiva e imparziale, cioè non condizionata da punti di vista, idee e valori del bibliotecario stesso né da enti politici o economici esterni.

1.3. Nella gestione della biblioteca e nel servizio al pubblico il bibliotecario non accetta condizionamenti in ordine a sesso, etnia, nazionalità, condizione sociale, fede religiosa o opinioni politiche.

… 1.4. Il bibliotecario ripudia e combatte qualsiasi forma di censura sui documenti che raccoglie e organizza e sull'informazione che fornisce.

… 1.6. Il bibliotecario, nello svolgimento della sua professione, non deve trovarsi in posizione di conflitto di interessi e non utilizza per interesse personale informazioni e risorse di cui dispone per il proprio ufficio.

Da “Doveri verso la professione”:

2.1. Il bibliotecario deve onorare la professione, con profonda consapevolezza della sua utilità sociale.

.. 2.4. Il bibliotecario, nella propria attività professionale, ispira il proprio comportamento verso i colleghi di lavoro a correttezza, rispetto e spirito di collaborazione.

Da “Doveri verso i documenti e le informazioni”:

… 3.2. Il bibliotecario si impegna a garantire la trasmissione della conoscenza mediante la razionale organizzazione dei documenti e agendo con imparzialità e cultura professionale.

… 3.3. Il bibliotecario, consapevole del contesto globale in cui opera, si impegna a promuovere singolarmente e in forma cooperativa l'integrazione dei diversi sistemi informativi e la rimozione degli ostacoli organizzativi e geografici che limitano la circolazione delle informazioni e dei documenti.

Per la lettura integrale del Codice si rimanda al sito: AIB – Codice deontologico


Unicas HelpDesk

"Più semplice della Mail più veloce del Telefono..."

Attraverso il Supporto online Unicas puoi contattare direttamente un ufficio o una segreteria per tutte le informazioni che riguardano l’Università di Cassino: tasse e contributi, piani di studio, immatricolazioni, iscrizioni, offerta formativa, esami e sedute di laurea, master, esami di stato, concorsi, gare, trasparenza, amministrazione, ufficio stampa, ecc…

ACCEDI AD UNICAS HELPDESK